Descrizione

ClienteComune di Bagnatica
LocationBagnatica (BG) – Via dei Colli
Progetto dell’opera: Arch. Luca Brembilla
Anno di completamento: in corso

Natura dell’opera: Riqualificazione Casello San Marco

DESCRIZIONE STATO DI FATTO

Il Casello San Marco è un edificio situato all’inizio delle colline di Bagnatica, in una conca che domina il territorio comunale.
Oggi il casello è sede di associazioni che ne curano la gestione della struttura.
Con il tempo, per la sua posizione, il casello è diventato sempre più meta di passeggiate e luogo di aggregazione.

Proprio per questo motivo è nata una decina di anni fa l’esigenza di ampliare ed attrezzare l’edificio per poter fornire ristoro anche all’aperto a tutte le persone che vi fanno visita.
In adiacenza al complesso vi è un’area esterna dedicata al ristoro costituita da un giardino con due spazi coperti destinati uno alla cottura e l’altro a deposito.
Il giardino è attrezzato con tavoli e panche in legno, però si presta poco a poter ospitare altri tavoli visto che il terreno è in pendenza.

Dato il fatto che il casello è diventato anche un punto di ristoro, soprattutto nel periodo estivo, è nata la necessità di avere delle strutture accessorie per poter cucinare anche all’aperto, depositare le provviste, avere depositi di legna per fare la brace per grigliate, ed avere un deposito per i rifiuti.
All’inizio l’Amministrazione ha provveduto ad ampliare le coperture esistenti, però poi visto il sempre più crescente di visitatori, i gestori del casello San Marco hanno pensato di creare nuovi depositi e tettoie.
Tale edificazione però ha prodotto nel tempo una frammentazione edilizia con corpi di fabbrica aventi caratteristiche architettoniche e strutturali disomogenee, sia per quanto riguarda i materiali utilizzati sia per le finiture adottate.
Da un’analisi più dettagliata si nota che i materiali utilizzati, così come sono stati assemblati ed accostati, danno più un’idea di strutture precarie che poco si integrano con le architetture originarie del casello.
Considerato che la zona è ad alta sensibilità paesaggistica risulta di poco gradimento per l’Amministrazione comunale avere immobili che non rispettano le regole per l’inserimento ambientale di locali accessori in zone vincolate.

OBBIETTIVI DEL PROGETTO
Il presente progetto definitivo-esecutivo ha come obbiettivo la riqualificazione di questa area esterna mediante un intervento volto:
1. al rifacimento dei due spazi coperti accorpandoli in un unico edificio;
2. alla sistemazione del terreno del giardino per renderlo pianeggiante.
In particolare i due spazi coperti sono costituiti da strutture portanti costituite da travi, pilastri e pareti in pannelli di legno con copertura in lamiera ondulata.
La creazione di un’unica struttura che possa accorpare le due tettoie che ospitano la griglia all’aperto ed il locale accessorio adiacente, costituisce una buona soluzione per migliorare la qualità architettonica e l’inserimento ambientale.
Considerato che il nuovo edificio dovrà essere di supporto a tutti i fruitori del giardino attrezzato, e che dovrà essere un complesso a sé indipendente dal Casello sia dal punto di vista logistico che impiantistico.
L’obbiettivo dell’Amministrazione Comunale è quello di poter concedere, a chi ne faccia richiesta, anche temporaneamente per singoli eventi, questo spazio attrezzato per promuovere la recettività sul territorio di Bagnatica.
CARATTERISTICHE
Il nuovo edificio sarà rivestito esternamente tutto in pietra naturale come quella utilizzata per costruire il casello San Marco.
Tutti i serramenti esterni ed interni saranno in legno massello.
I vetri saranno del tipo antisfondamento.
Quello della finestra del bagno sarà anche satinato.
La cornice esterna alle finestre, alle porte ed ai portoni sarà in pietra.
Verrà realizzato sotto tutti i locali un vespaio areato con esalazione a tetto.
Il tetto a due falde sarà tutto in legno, con manto di copertura in coppi anticati.
Per l’ispezione al tetto sarà realizzata una linea vita con ganci a raso.
I canali, la lattoneria e le scossaline saranno in rame.
Anche i pluviali saranno in rame con parte terminale a terra in ferro.
Il camino di esalazione del locale per la preparazione di grigliate sarà in mattoni come quelli usati per la costruzione del camino del casello.
DOTAZIONI
Il nuovo fabbricato sarà composto di tre locali:
– un locale per la preparazione di grigliate;
– un bagno con antibagno;
– un locale deposito.
IL LOCALE PER PREPARAZIONE DI GRIGLIATE
Il locale per grigliate sarà uno spazio unico dove sarà predisposta per la realizzazione n.3 strutture in muratura per fare grigliate alla brace.
Al di sotto dei piani di cottura verranno realizzati n.3 spazi per alloggiare la legna per preparare ed alimentare la brace.
Al di sopra dei focolari ci sarà una cappa unica per la raccolta dei fumi.
Le pareti est ed ovest del locale saranno pavimentate con materiale in gres porcellanato ad alta resistenza e facilmente pulibile.

Fino ad un’altezza di 2m il locale sarà tutto piastrellato, la restante parte sarà intonacata a civile e colorata a calce.
Il locale avrà sul lato nord n.2 finestre con inferiate per prevenire intrusioni ed atti vandalici.
L’accesso al locale avverrà da un ampio portone che metterà direttamente in contatto lo spazio cottura con la veranda e quindi con l’esterno.
Tale portone, in legno massello, sarà a 2 ante a fisarmonica in modo da poter gestire il rapporto con l’esterno in base alle condizioni climatiche e agli eventi.
All’interno oltre le n.3 griglie ci sarà uno spazio con doppio lavello, piani d’appoggio in pietra, ed una parte sarà predisposta per la cottura dei cibi in maniera tradizionale con fornelli.
L’alimentazione dei fornelli avverrà creando una derivazione dell’impianto gas-metano del casello San Marco.
Un’altra parte sarà predisposta per frigoriferi e congelatori.
Per la produzione di acqua calda si creerà una derivazione dall’impianto idro-termo-sanitario del casello San Marco.
IL BAGNO CON ANTIBAGNO
Considerato che uno spazio attrezzato deve prevedere dei servizi igienici, il nuovo edificio sarà dotato di un bagno con accesso tramite antibagno direttamente dall’esterno.
Il bagno, essendo il nuovo edificio una struttura pubblica, sarà dotato di porte con apertura a spinta con push-bar, un water per disabili, un lavandino per disabili con specchio e maniglioni.
Il locale avrà sul lato nord n.1 finestra con inferiate per prevenire intrusioni ed atti vandalici.
L’antibagno avrà un lavandino con un ampio ripiano da utilizzare come fasciatoio per neonati per ogni evenienza.
Tutto il locale bagno sarà pavimentato con materiale in gres porcellanato ad alta resistenza e facilmente pulibile.
Fino ad un’altezza di 2m il locale sarà tutto piastrellato, la restante parte sarà intonacata a civile e colorata a calce.
Per la produzione di acqua calda si creerà una derivazione dall’impianto idro-termo-sanitario del casello San Marco.
IL LOCALE DEPOSITO
Il locale avrà sul lato sud n.1 finestra con inferiate per prevenire intrusioni ed atti vandalici.
L’accesso al locale avverrà da un ampio portone che metterà direttamente in contatto con l’esterno.
Tale portone, in legno massello, sarà a 2 ante.
La pavimentazione proposta sarà in calcestruzzo lisciato con spolvero di quarzo superficiale.
IL LOCALE DEPOSITO SEMINTERRATO
Il locale è ricavato al di sotto del locale deposito, sfruttando il naturale declino del terreno, si sviluppa fino ad arrivare a lambire il locale per la preparazione di grigliate.
L’accesso al locale avverrà da un portone che metterà direttamente in contatto con l’esterno.
Tale portone, in legno massello, sarà ad 1 anta.
La pavimentazione proposta sarà in calcestruzzo lisciato con spolvero di quarzo superficiale.
PAVIMENTAZIONE ESTERNA
Tutt’attorno all’edificio per tutto l’ingombro della copertura verrà realizzata una pavimentazione in lastre di granito a spacco semilavorate, come quelle utilizzate per gli accessi carrali, in modo tale da non sporcarsi le scarpe nella terra.
La scelta di questo materiale garantisce una durabilità eterna, senza costi di manutenzione ed in caso di future manomissioni una facilità di reperire lo stesso materiale così finito.
LAVORI AL GIARDINO
Per meglio sfruttare il giardino antistante al nuovo edificio accessorio al casello sarà livellato il terreno, tramite un’operazione di sterro e riporto per ridurre al minimo i volumi di terreno movimentati.

Per agevolare l’accesso alla nuova struttura verrà realizzato uno scivolo in modo tale da consentire un transito più agevole a passeggini e disabili.
Per rispettare l’aspetto del sito saranno tolti soltanto quegli alberi strettamente necessari alla costruzione del nuovo complesso.